01/09 A day on Etna

Com’è la giornata tipo dei nostri ospiti?

Ipotizziamo che abbiano prenotato online guadagnandosi la migliore tariffa (Prenota adesso) e che abbiano ricevuto la nostra mail di conferma (molti di loro la leggeranno a vacanza finita, purtroppo)

– Arrivano in reception dove li riempiamo di sconti (quando una coppia ottiene € 20,00 di sconto sulla funivia, dopo aver pagato la camera doppia persino solo € 69,00, la vita migliora all’istante, vero?). Molti di loro chiedono se possono prenotare un’escursione (no, non c’è bisogno e comunque non prendono prenotazioni… come da allegato alla mai ricevuta).

– Alcuni di loro vanno presso la vicina mostra video/fotografica ottenendo il 33% di sconto (beh, pagano € 2,00 invece di € 3,00 ma sì, è un sorprendente 33% comunque!).

– Visitano i Crateri Silvestri come fanno tutti sull’Etna. Alcuni di loro accettano il consiglio del receptionist e vanno a visitare non solo la grotta Thomas Reichart, vicino l’hotel, ma anche un ‘posto segreto’ a soli due minuti di distanza!

– Tornano in hotel dopo aver visto il tramonto e cenano (se hanno prenotato; se non l’hanno fatto… di solito cenano lo stesso tranne quando il ristorante è chiuso… e pensano “Perché il ristorante è chiuso e nessuno ce l’ho ha detto?” – ricordate il messaggio e-mail? – ma li mandiamo al vicino Rifugio Sapienza o in altri ristoranti meno vicini).

– Si svegliano non troppo presto e fanno colazione. La funivia apre alle nove quindi possono prendersela comoda. Molti, dopo aver pagato il conto, chiedono di lasciare i bagagli per riprenderli dopo l’escursione. Nessun problema.

– Le persone che hanno scelto l’escursione breve di 2h30m vanno a prendere il biglietto alla funivia e partono immediatamente (in qualunque momento tra le 9 e le 15); le persone che scelgono l’escursione lunga con trekking vanno alla Baita delle Guide (di fronte alla funivia) e, alle 10:00, salgono con i loro gruppi (divisi per lingua parlata).

– Quelli che hanno fatto l’escursione breve tornano e vanno via, speriamo felici. Quelli che hanno fatto l’escursione lunga arrivano così stanchi e sporchi da sembrare attori in un film di serie B sui morti viventi. Mosti comprendono perché suggerissimo il soggiorno di due notti: sono felici ma non sentono che guidare l’auto sia una buona idea (l’avevamo detto per e-mail di stare due notti!).

– Alcuni si rendono conto che c’è ancora troppo da fare (a 5km c’è il parco sportivo più alto d’Europa, Etnavventura, con il 10% di sconto), ci sono altre grotte, sentieri, strani posti.

– L’addetto al ricevimento chiede “dove andrete adesso?” e in base alle risposte offre qualche suggerimento per rendere il trasferimento parte della vacanza (per esempio, “Taormina? Allora sulla strada passate per S. Alfio e visitate uno degli alberi più antichi del mondo in un bosco magico e non mancate le Gole dell’Alcantara” o “State andando alle Isole Eolie? Invece dell’autostrada attraversate la catena montuosa dei Nebrodi e visitate la città medievale di Montalbano Elicona e i suoi magnifici Megaliti, che solo da pochi anni sono stati riconosciuti come un antico osservatorio astronomico analogo a Stonehenge!).

– Partono e l’addetto al ricevimento si sente solo in attesa degli ospiti della giornata. Malinconico scrive queste parole nella speranza che i prossimi lettori possano trovare qualche buon suggerimento che renda le loro vacanze migliori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook
Facebook
Instagram